microrecapital

by PromoServices

maggio, 22, 2010
Commenti disabilitati su by PromoServices

L’intero mondo micronazionalista possiede una ricchezza inestimabile che rappresenta il bene intangibile più importante da cui partire per affrontare le sfide future. Il suo capitale sociale. Alcuni noti scienziati sociali hanno affrontato lo studio di questo concetto complesso e ne hanno dato definizioni non sempre univoche e condivise. Personalmente preferisco la definizione proposta dal sociologo americano James Coleman (1990) che risulta meno rigida e prescrittiva a livello interpretativo e più aperta a possibili conseguenze sul piano economico: “Il capitale sociale si può considerare come l’insieme di relazioni sociale di cui un soggetto individuale (per es. un imprenditore o un lavoratore) o un soggetto collettivo (privato e pubblico) dispone in un determinato momento”. Attraverso questo stock di risorse sociali è possibile alimentare e creare risorse cognitive come le informazioni e la conoscenza, e risorse normative come la fiducia e la reciprocità che permettono di realizzare obiettivi che altrimenti non sarebbero raggiungibili. E’ sempre il singolo individuo a mettere in atto delle azioni intenzionali e strategiche per produrre il capitale sociale di cui si avvantaggerà e che riconosce che il bene collettivo appartiene all’insieme dei soggetti coinvolti nella rete di relazioni. Quindi, si può affermare che un “determinato contesto” risulta più o meno ricco di capitale sociale a seconda che i soggetti (individuali e collettivi) siano coinvolti sulla base di fiducia, norme e reciprocità. Questo è il caso del fenomeno del micronazionalismo che, si voglia o no, è un grande produttore di relazioni sociali (ahimè malamente utilizzate). Personalmente ritengo che qualsiasi politica di sviluppo per il prossimo futuro dovrà ripartire proprio da qui. Da una rinnovata e sentita fiducia e cooperazione sociale, all’insegna della solidarietà e dell’inclusività. Un mix calibrato di legami deboli e legami forti in cui al ruolo fondamentale della famiglia e della cerchia di stretta di amici dovrà accompagnarsi l’apertura alle diversità e la costruzione di ponti con realtà trasversali.

Annunci

Pubblicato su Uncategorized

    Blog Stats

    • 810 hits

    Inserisci il tuo indirizzo e-mail per avere maggiori informazioni e ricevere aggiornamenti per e-mail.

    Segui assieme ad 1 altro follower